Febbraio 12, 2021

Mese per mese auto per auto il calendario delle novità in arrivo

in News

Tantissime ibride e elettriche, ma non mancano le vetture con motori tradizionali Leggi Altro: Mese…
Marzo 23, 2021

Parassiti e malattie così milioni di salmoni allevati muoiono e finiscono nelle discariche

in News

Finiscono nelle discariche Un’investigazione in Scozia porta alla luce le condizioni degli allevamenti ittici finanziati…
Marzo 24, 2021

Al maestro Lorenzoni laurea honoris causa alla Bicocca Quei laureati che non ti aspetti

in News

Dalla musica al cinema, dalla letteratura ai fumetti, leggete chi sono Leggi Altro: Al maestro…
Marzo 24, 2021

L’Australia teme l’invasione dei ragni «atrax robustus Sono i più letali

in News

Australia teme l’invasione dei ragni «atrax robustus». Sono i più letali L’allerta delle autorità di…
Marzo 25, 2021

Maglie Finita la pandemia non avremo le libertà di prima

in News

Maria Giovanna Maglie, ospite nella puntata di mercoledì 24 marzo di Stasera Italia - il…
Marzo 25, 2021

Il canale di Suez ancora bloccato dalla nave gigante Video

in News

Si sta rivelando più che ostica del previsto l'impresa di sbloccare il canale di Suez…
Marzo 25, 2021

Astrazeneca efficace all'85 per cento negli over 65 i dati del nuovo studio Usa

in News

Vaccini, l'efficacia del siero Astrazeneca sugli over 65 è pari all'85 per cento. E' quanto…
Marzo 25, 2021

Gela cane impiccato da tre ragazzini salvato muore due giorni dopo per Parvovirosi

in News

Un cucciolo di cane è morto dopo che, due giorni fa, era stato salvato da…
Marzo 25, 2021

Miliardi di pulcini vengono uccisi ogni anno perché maschi Ecco come lo si può evitare

in News

Miliardi di pulcini vengono uccisi ogni anno perché maschi. Ecco come lo si può evitare…
Marzo 25, 2021

Dante la collana con il «Corriere L’«Inferno è ora in edicola

in News

Da martedì 23 marzo la serie sull’Alighieri a 700 anni dalla morte: 18 volumi (anche…
Marzo 26, 2021

Simone Barlaam Il mio femore di cristallo e i limiti superati Senso Civico

in News

I record in piscina e nella vita di Simone Barlaam, la testimonianza di Fedez, la…
Marzo 26, 2021

Mozzarella perché con il lockdown è la regina italianissima dei formaggi anche in Francia

in News

Durante la pandemia, nel 2020, i consumi caseari francesi hanno battuto ogni record: la mozzarella…

Roberto Lo Giudice si è professato innocente, nelle

Barbara D'Urso finisce nel mirino di Angela da Mondello, la

Per la puntata di questa sera di Chi l'ha visto? c'è grande attesa tra gli appassionati di thriller e gialli italiani. La trasmissione condotta da Federica Sciarelli, inizio alle ore 21.20 su Rai 3, infatti, si occuperà con grande attenzione della vicenda di Denise Pipitone. A distanza di 17 anni il caso dell'allora bambina scomparsa da Mazara del Vallo (era il settembre del 2004) è tornato di prepotenza al centro delle cronache. E' stata una ragazza russa che somiglia fortemente a Piera Maggio, mamma di Denise, a spiegare nel corso di un programma della televisione del suo Paese, che è alla ricerca della famiglia, ipotizzando che lei potrebbe essere proprio Denise.

 

Oltre agli intensi contatti tra i legali della famiglia di Piera Maggio e quelli della giovane russa, sono iniziati anche gli esami per stabilire se Olesya Rostova, questo è il suo nome, è davvero Denise Pipitone. La ragazza è stata sottoposta all'analisi del sangue e nel pomeriggio di oggi, 7 aprile, quindi prima della puntata di Chi l'ha visto?, dovrebbe essere svelato l'esito dalla stessa televisione russa. L'esame del sangue non è decisivo, ma potrebbe spalancare le porte verso quello del dna, la risposta più attesa. Chi l'ha visto? si è sempre occupato della storia della scomparsa di Denise Pipitone e questa sera farà il punto della situazione, cercando di capire se ci sono prime risposte oppure se occorrerà attendere ancora.

 

La puntata di Chi l'ha visto? si occuperà anche questa sera del caso di Barbara Corvi, donna scomparsa da Narni, in provincia di Terni, dodici anni fa. Al centro dell'attenzione in particolare i depistaggi per la sparizione e le accuse al marito che è stato arrestato per omicidio nei giorni scorsi, dopo le lunghe analisi degli inquirenti. Ovviamente come sempre la trasmissione di Rai 3 si occuperà anche di diversi altri casi, oltre che degli appelli per cercare di aiutare le famiglie delle persone sparite recentemente o anche in passato. 

 

Leggi Tutto: Chi l'ha visto?, le verità su Denise Pipitone e le accuse al marito di Barbara Corvi

Maurizio Lo Giudice sapeva di essere nel mirino degli investigatori che si  occupavano della scomparsa della cognata Barbara Corvi. E infatti, a distanza di 12 anni, anche lui è stato indagato insieme al fratello. Mentre Roberto Lo Giudice, marito della donna di Montecampano di Amelia sparita nel nulla il 27 ottobre del 2009,  è stato arrestato, Maurizio è stato indagato a piede libero. Secondo la Procura di Terni l'ex pentito di ‘ndrangheta, che da tempo abita a La Spezia, ha avuto un ruolo tutt'altro che marginale nel giallo.

I rapporti tra i due fratelli non si sono mai interrotti anche nei momenti più difficili. Mesi fa Maurizio si presentò a una caserma dei carabinieri, in Liguria, per denunciare la presenza di apparecchi elettronici nella sua auto, in pratica delle cimici con cui si volevano intercettare eventuali conversazioni compromettenti. Maurizio, che è un esperto d'informatica, se ne accorse rapidamente ed avvisò i carabinieri. Secondo il giornalista Klaus Davi, che ha lavorato a lungo in Calabria, “Maurizio scandagliò un anno di chat messenger e scavò nella vita della cognata. Stando alla tesi della difesa, dopo la scomparsa di Barbara, lui e Roberto si recarono a cercare la donna in vari posti del luogo da soli”. Ma i familiari non furono mai convinti della loro buona fede tanto che non parteciparono a quelle ricerche. Intanto Roberto Lo Giudice è ancora rinchiuso nel carcere di vocabolo Sabbione. Resta da chiarire l'autore della cartolina inviata da Firenze con una firma di Barbara, mai riconosciuta dai suoi stessi figli.

“Torno presto, baci mamma” si leggeva nel testo. Un depistaggio su cui stanno ancora lavorando gli inquirenti dell'Arma. I due fratelli Lo Giudice sono accusati di concorso in omicidio, aggravato dal grado di parentela, e occultamento del cadavere della donna scomparsa 12 anni fa. Roberto Lo Giudice è rinchiuso nel carcere di Terni.

Leggi Tutto: Donna scomparsa da 12 anni. Trovate cimici nell'auto del cognato di Barbara Corvi