Marzo 28, 2021

Roma volontaria ridotta in fin di vita da un pitbull in un canile all’Olgiata Le…

in News

Pitbull in un canile all’Olgiata | Le foto" alt="Roma, volontaria ridotta in fin di vita…
Marzo 23, 2021

Parassiti e malattie così milioni di salmoni allevati muoiono e finiscono nelle discariche

in News

Finiscono nelle discariche Un’investigazione in Scozia porta alla luce le condizioni degli allevamenti ittici finanziati…
Marzo 24, 2021

L’Australia teme l’invasione dei ragni «atrax robustus Sono i più letali

in News

Australia teme l’invasione dei ragni «atrax robustus». Sono i più letali L’allerta delle autorità di…
Marzo 28, 2021

Bimbo scava nel giardino di casa trova un fossile di 488 milioni di anni

in News

Bimbo scava nel giardino di casa: trova un fossile di 488 milioni di anni È…
Marzo 27, 2021

Auto elettriche e ansia da ricarica Ora il «pieno arriva a domicilio

in News

Un nuovo servizio per rifornire ovunque siano i possessori di vetture a batteria Leggi Altro:…
Marzo 28, 2021

Covid la sfida dal cielo dell’Aeronautica Mattarella «Contributo preziosissimo

in News

Covid, la sfida dal cielo dell’Aeronautica. Mattarella: «Contributo preziosissimo» Oggi è il 98esimo anniversario della…
Marzo 28, 2021

Covid quanto è efficace e sicuro il vaccino AstraZeneca le risposte ai dubbi

in News

AstraZeneca: le risposte ai dubbi I risultati aggiornati confermano che il farmaco è altamente protettivo…
Marzo 25, 2021

Miliardi di pulcini vengono uccisi ogni anno perché maschi Ecco come lo si può evitare

in News

Miliardi di pulcini vengono uccisi ogni anno perché maschi. Ecco come lo si può evitare…
Marzo 28, 2021

Valentino lunedì in diretta ore 1230 con Pierpaolo Piccioli e la «Art Collection

in News

Valentino lunedì in diretta (ore 12.30) con Pierpaolo Piccioli e la «Art Collection» Lo stilista…
Marzo 28, 2021

Il fuoco incrociato che può minare il governo

in News

Il fuoco incrociato che può minare il governo Leggi Altro: Il fuoco incrociato che può…
Marzo 28, 2021

Suez la nave resta incagliata Al Sisi prepararsi a scaricare i container

in News

Suez, la nave resta incagliata. Al Sisi: prepararsi a scaricare i container Gli sforzi per…
Marzo 28, 2021

«Il passaporto sanitario disponibile a giugno ma come funzionerà

in News

Il passaporto sanitario disponibile a giugno», ma come funzionerà? Il commissario europeo Thierry Breton presenta…

Alzheimer, studio IRCCS San Raffaele e La Sapienza sulle differenze dell'attività elettrica cerebrale tra veglia e sonno

Postato su Lunedì, 03 Maggio 2021 10:09

Uno studio coordinato da ricercatori della Sapienza e

dell'IRCCS San Raffaele Roma, in collaborazione con l'IRCCS Fondazione Policlinico Universitario Gemelli e dell'Università dell'Aquila ha evidenziato per la prima volta specifiche differenze nell'attività elettrica cerebrale durante il sonno che discriminano la malattia di Alzheimer dal decadimento cognitivo lieve (Mild Cognitive Impairment o MCI degli anglosassoni, uno stadio intermedio tra demenza ed invecchiamento normale) e dagli anziani sani.

E' oramai evidente che le relazioni tra malattia di Alzheimer e caratteristiche del sonno vanno ben al di là del riscontro assai comune di disturbi del sonno in questi pazienti sia perché le alterazioni del sonno sembrano costituire un fattore di rischio per la malattia, sia perché un ‘buon sonno' svolge un ruolo centrale nell'eliminazione dei metaboliti ‘cattivi' della proteina b-amiloide facilitandone l'aggregazione ed il deposito tipico dell'Alzheimer.

Mancava però nella letteratura scientifica una descrizione delle alterazioni elettroencefalografiche (EEG) del sonno in questi pazienti e la loro relazione con le già descritte alterazioni dell'EEG durante lo stato di veglia. In quasi 10 anni di lavoro, un gruppo di ricercatori della Sapienza e dell'IRCCS San Raffaele Roma, in collaborazione con l'IRCCS Fondazione Policlinico Universitario Gemelli e l'Università dell'Aquila ha portato avanti uno studio per colmare questa carenza. Ne è risultato il primo e più esteso studio mai pubblicato sinora al mondo in cui si sono confrontate le attività regionali e di frequenza dell'EEG con quelle dell'EEG di veglia registrate in diverse occasioni nel corso del giorno (per controllare l'influenza di fattori circadiani). I risultati di questo ampio progetto sono stati appena pubblicati sulla rivista Open Access di Science (IScience).

“Tutto é iniziato una decina di anni fa - spiegano Luigi De Gennaro e Paolo M. Rossini, coordinatori della ricerca - quando ci siamo posti l'obiettivo di studiare congiuntamente le specifiche alterazioni diurne e notturne dell'attività elettrica cerebrale in un ampio gruppo di pazienti con malattia di Alzheimer. L'idea di base - si potrebbe semplificare - era di verificare se esistessero specifiche alterazioni nel sonno di questi pazienti e se queste presentassero una relazione con quelle già note durante la veglia. Come risultati principali dello studio abbiamo identificato: (1) in entrambi i gruppi clinici (Alzheimer ed MCI) un rallentamento dei ritmi cerebrali nel sonno REM (quello in cui si sogna) paragonabile a quello già descritto in veglia; (2) questo fenomeno del sonno REM correla con il decadimento cognitivo dei pazienti; (3) una drastica diminuzione nell'attività sigma del sonno NREM, sempre in entrambi i gruppi clinici; (4) una consistente riduzione della funzione del sonno nel consentire processi di recupero cerebrale conseguenti alle attività di veglia”.

GLI EFFETTI DELLA SCOPERTA - Le implicazioni di tale studio possono aprire nuovi orizzonti per specifici trattamenti delle alterazioni del sonno in generale nel soggetto anziano e nello specifico nella malattia di Alzheimer e, ancora più, per lo specifico quadro MCI che in moltissimi casi rappresenta l'anticamera dell'Alzheimer.

Riferimenti: EEG aterations during wake and sleep in mild cognitive impairment and Alzheimer's disease - Aurora D'Atri, Serena Scarpelli, Maurizio Gorgoni, Camillo Marra, Paolo Maria Rossini, Luigi De Gennaro - IScience. DOI https://doi.org/10.1016/j.isci.2021.102386.

Leggi Tutto: Alzheimer, studio IRCCS San Raffaele e La Sapienza sulle differenze dell'attività elettrica cerebrale tra veglia e sonno

Letto 12 volte Ultima modifica il Lunedì, 03 Maggio 2021 12:52

Articoli correlati (da tag)

Per Inviare i Commenti Devi Accedere

Articoli/Post Correlati

Gubbio-Fano 2-1, vittoria e nuovo diesse

Leggi Tutto »
Parole Chiave: