Una decina d'anni e pure un assassino di nome Kabobo tornerà in libertà

Pubblicato su Giovedì, 13 Gennaio 2022 18:10 Scritto da Francesco Storace

Per carità, sarà tutto lecito. Ma non si creda che certi fatti che accadono non scuotano lo stesso la pubblica opinione. Ad esempio, la notizia dello sconto di pena a un criminale come Adam Kabobo, l'immigrato

di origine ghanese che nel 2013 uccise a Milano a colpi d'ascia tre passanti capitati sul suo cammino fa arrabbiare davvero.

Uno come lui meritava l'ergastolo se la giustizia è in nome del popolo italiano. Invece lo condannarono a 28 anni di galera. In appello la pena fu ridotta a 24 anni e la Cassazione ha dato un'ulteriore limatina: 22 anni e otto mesi di reclusione. Uscirà dal carcere di Opera nemmeno troppo tardi.

I giudici riconobbero all'imputato la semi-infermità mentale ritenendo che la sua capacità di intendere fosse "grandemente scemata" al momento dei fatti ma "non totalmente assente".

Ora, i magistrati avranno tutte le loro ragioni. Nelle indagini si saranno sicuramente esaminate tutte le carte e le testimonianze, compresa quella dello stesso Kabobo che parlava di “voci nella sua testa” per quanto accadeva nella sua terra.
E quindi si mise ad ammazzare a casaccio persone inermi che non avevano davvero alcuna colpa.

Di qui a una decina d'anni o poco più un personaggio del genere lo ritroveremo libero di circolare, chissà se “guarito”. Ma nessuno ascolterà le voci che salgono dalla nostra coscienza perché siamo davvero stanchi di assistere a una giustizia che diventa sempre più incomprensibile.
A Palazzo si pensa ad altro, e non al sangue versato da sventurati che la mattina della “follia” di Kabobo non potevano certo immaginare quale sarebbe stato il loro drammatico destino.
Ma così va avanti l'Italia. Ammazzi tre persone, ti dicono che sei leggermente matto e dopo un po' puoi svignartela dalla galera perché “così dice la legge” e soprattutto lo sentenziano i magistrati. Avranno pure ragione loro, i giudici, ma l'indignazione è tanta.

Leggi Tutto: Una decina d'anni e pure un assassino di nome Kabobo tornerà in libertà

Letto 35 volte