Djokovic, espulsione sospesa. Burioni: "Si è comportato come un pericoloso untore"

Pubblicato su Lunedì, 10 Gennaio 2022 12:34 Scritto da Corriere di Umbria

Slitta a domani la decisione del ministro dell'Immigrazione australiano Alex Hawke se annullare il visto di Novak Djokovic. Lo riferisce il sito del quotidiano The Age, secondo cui il ministro Alex Hawke aveva

quattro ore per usare il suo potere personale ai sensi del Migration Act se il Governo voleva continuare a tenere in detenzione il campione serbo. Ma il Governo ha deciso di non prendere una decisione entro il periodo di quattro ore, il che significa che Djokovic è ora libero di muoversi sul territorio australiano. Si prevede, comunque, che il ministro Hawke decida se annullare o meno il suo visto nella giornata di domani. 

Roberto Burioni si è scagliato contro il campione serbo. Il virologo ha criticato sui social il numero uno del tennis mondiale: "Djokovic ha ammesso di non essersi vaccinato, quindi di essere un irresponsabile; ha ammesso di avere avuto il Covid il 16 dicembre senza isolarsi nei giorni successivi quindi di essere un pericoloso untore. Serve altro? No. Caso chiuso, per quanto mi riguarda", ha scritto il rivolgo su Twitter.

A favore di Djokovic, dopo le parole dure dei giorni scorsi, ecco l'avversario Rafael Nadal: "La giustizia è ciò che deve parlare in questo caso e io sono sempre un difensore della giustizia. Indipendentemente dal fatto che io sia d'accordo o meno su alcune cose con Djokovic, la giustizia ha senza dubbio parlato e ha detto che ha il diritto di partecipare agli Australian Open. A livello personale preferirei di gran lunga che non giocasse" ha proseguito ridendo il campione spagnolo, sesto nel ranking Atp e fresco vincitore ieri del Melbourne Summer Set.
Leggi Tutto: Djokovic, espulsione sospesa. Burioni: "Si è comportato come un pericoloso untore"

Letto 42 volte